Blockchain Capital trova che gli americani si stanno muovendo verso la condanna di Bitcoin

Dall’autunno del 2017, il fondo d’investimento gettonato Blockchain Capital ha commissionato alla società nazionale di ricerche di mercato The Harris Poll ogni 18 mesi di intervistare circa 2.000 adulti in tutti gli Stati Uniti e valutare i loro progressi attraverso quello che il fondo chiama „l’imbuto di adozione cripto“.

Secondo questo modello ad imbuto, il percorso di un individuo dalla consapevolezza delle crittocittà alla proprietà e all’uso delle crittocittà si svolge attraverso tre fasi principali: la fase di apprendimento, la fase di convinzione e la fase di adozione.

I sondaggi commissionati da Blockchain Capital sono volti a determinare dove gli adulti statunitensi si inseriscono attualmente in questo percorso progressivo e come si sta evolvendo. Poiché in ogni sondaggio vengono poste le stesse domande, i risultati sono un modo interessante per seguire questo progresso.

„Cerchiamo di pensare alla progressione di qualcuno, da quando ha appena sentito parlare di Bitcoin a quando è diventato proprietario e utente“, ha spiegato il General Partner di Blockchain Capital Spencer Bogart alla rivista Bitcoin Magazine. „Lungo questo processo, gli utenti generalmente iniziano con l’apprendimento e poi, alla fine, sviluppano una convinzione più profonda sulle prospettive future di Bitcoin“.

Blockchain Capital ha condiviso i risultati del suo più recente sondaggio, commissionato dal 7 al 9 ottobre 2020, in un recente post medio di Bogart. Vale la pena di notare che il prezzo del bitcoin in questo momento era di circa 11.000 dollari (ben lontano dal massimo storico di oltre 19.600 dollari che ha raggiunto alla fine di novembre). Gli intervistati sono stati scelti tra un gruppo di persone che hanno accettato di partecipare e i dati risultanti sono stati ponderati per riflettere la composizione della popolazione adulta negli Stati Uniti.

Verso la condanna

Bogart ha osservato che l’incasso di più alto livello di questa indagine è stato quello che ha segnalato la crescita più forte nella fase di convinzione dell’imbuto di adozione cripto, mentre le precedenti iterazioni, dall’autunno 2017 e dalla primavera 2019, entrambe hanno visto la crescita più forte nella fase di apprendimento. Ciò indicherebbe che gli adulti negli Stati Uniti stanno facendo progressi nella concezione del viaggio verso l’adozione da parte di Blockchain Capital.

„Nei risultati dell’autunno 2020 abbiamo visto la crescita più forte nella fase di „convinzione“ dell’imbuto“, ha detto Bogart. „La mia interpretazione soggettiva di questi risultati è che la popolazione generale sta progredendo attraverso l’imbuto dell’adozione e sta sviluppando una maggiore convinzione sulle prospettive di Bitcoin nel prossimo decennio“.

Il sondaggio ha rilevato che la percentuale di intervistati che „fortemente“ o „in qualche modo“ concorda con l’affermazione che „la maggior parte delle persone utilizzerà il Bitcoin nei prossimi 10 anni“ è aumentata di 8 punti percentuali rispetto all’ultimo sondaggio, raggiungendo il 41% di tutti gli intervistati. Il 56 per cento degli intervistati tra i 18 e i 34 anni e il 57 per cento di quelli tra i 35 e i 44 anni ha indicato di essere fortemente o in qualche modo d’accordo con l’affermazione.

Il sondaggio ha inoltre rilevato che il 26 percento degli intervistati preferisce il bitcoin ai titoli di Stato, il 35 percento preferisce il bitcoin alle azioni, il 33 percento preferisce il bitcoin agli immobili e il 31 percento preferisce il bitcoin all’oro, tutte cifre che sono aumentate rispetto al sondaggio della primavera 2019.

Come già detto, il sondaggio è stato commissionato in un momento in cui il prezzo del bitcoin era relativamente basso. Nonostante ciò, la percentuale degli intervistati che hanno indicato di essere „molto“ o „un po'“ propensi ad acquistare bitcoin nei prossimi cinque anni è aumentata di sette punti percentuali rispetto all’ultimo sondaggio, raggiungendo il 34%. Tra gli intervistati di età compresa tra i 18 e i 34 anni, la percentuale è stata del 55 percento.

In una nuova domanda per questo recente sondaggio, Blockchain Capital ha chiesto agli intervistati se si aspettavano che l’euro o il bitcoin esistessero più a lungo. Il 38 per cento ha dichiarato che si aspettava che il bitcoin esistesse più a lungo, compreso il 58 per cento degli intervistati tra i 18 e i 34 anni.

„Vorrei sottolineare che non solo una grande percentuale di persone pensa che la maggior parte di noi userà il Bitcoin entro il prossimo decennio, ma anche che una percentuale sorprendentemente alta di persone sta traducendo questa convinzione in una propensione all’acquisto di bitcoin“, ha detto Bogart. „Inoltre, è utile vedere la convinzione nella longevità del Bitcoin rispetto a una valuta globale ben consolidata come l’euro“.

L’ostacolo dell’adozione rimanente

Blockchain Capital ha rilevato che la proprietà della crittovaluta è aumentata significativamente dall’ultimo sondaggio (23% nell’autunno 2020 contro il 16% nella primavera del 2019), con il bitcoin in testa al gruppo, ma c’è ancora un segmento significativo di intervistati che non sono ancora entrati in quest’ultima fase dell’imbuto.

„Penso che ci sia ancora molto spazio per la crescita intorno alla percezione“, ha detto Bogart. „Possiamo sicuramente osservare un calo in termini di percentuale di persone che vedono Bitcoin in modo favorevole. Penso che qualsiasi percezione negativa sia in gran parte attribuibile all’utilità percepita del Bitcoin per le transazioni illecite e alla sua volatilità. Se dovessi indovinare, col tempo entrambe le cose saranno meno importanti per la percezione del Bitcoin da parte della popolazione in generale“.

In definitiva, l’indagine indica una crescita prevista lungo l’imbuto di adozione cripto. Questo potrebbe non essere sorprendente per molti all’interno dello spazio Bitcoin, ma può essere rassicurante che i dati oggettivi del grande pubblico rafforzino queste convinzioni.

„I dati dell’indagine aiutano davvero a mettere in evidenza come il Bitcoin abbia due vento in poppa dal passare del tempo“, ha concluso Bogart. „In primo luogo, ogni anno che passa, la gente è meno scettica sulla longevità e l’utilità del Bitcoin – possiamo vederlo nelle cifre crescenti in tutte le fasce d’età. In secondo luogo, con il passare del tempo, la demografia attualmente più giovane – che è drasticamente più incline verso il Bitcoin – compromette una percentuale maggiore dell’attività economica e di investimento aggregata. Entrambi questi venti di coda fanno ben sperare per il futuro della Bitcoin“.